Benvenuto novembre! Si comincia già a parlare del Natale ma il freddo stenta a farsi sentire. Di giorno le temperature sono insolitamente miti,  mentre alla mattina presto e alla sera diventano decisamente più fresche. Urge, quindi, un abbigliamento strategico che segua l’andamento delle temperature durante la giornata e ti permetta comodità, praticità e un tocco di eleganza, che non guasta mai!

Il punto focale di questa strategia è l’armadio: di come io lo organizzo te ne ho già parlato in questo post in cui spiego il mio metodo dell’armadio a tre stagioni (ma non necessariamente a tre ante, leggi perchè!).

In questo post, invece, ti propongo un sistema per organizzare i tuoi capi in base alle occasioni, per sentirti a tuo agio e vestirti senza stress anche con questo clima bizzarro.

Ultimamente on line va molto di moda il cosiddetto “guardaroba a capsula” che ti permette di creare tutti gli abbinamenti che ti servono, partendo da pochi capi di abbigliamento. Il consiglio è di avere un numero limitato di pantaloni, gonne, maglie, t-shirt, camicie, scarpe che si possano abbinare tra loro e che siano di ottima qualità. Insomma: pochi ma buoni!

Io stessa organizzo così il mio guardaroba, seguendo anche i consigli di un simpatico libricino che ho letto alcuni anni fa.

Secondo Ines de la Fressange, una ex-top model francese che ha scritto “La parigina, guida allo chic”, sono solo 7 i capi basici  necessari per essere chic e sentirsi a proprio agio, abbinandoli tra loro e movimentandoli con accessori stilosi.Quali sono? Eccoli:

una giacca da uomo

un trench

un pullover blu marine

una canotta

un tubino nero

i jeans

un blouson di pelle (io preferisco in eco-pelle)

 

e poi via di accessori.

Sette, in effetti, sono pochini anche per me che ho veramente un guardaroba essenziale, ma quello che ritengo molto utile è il pensiero che sta dietro questo metodo. Pochi abiti ma di qualità e adatti alla nostra fisicità, abbinabili tra loro: questo è il modo per risparmiare tempo nel vestirsi e nell’acquisto, senza però lasciarsi andare a sciattezza o sentirsi inadeguate.

A questo proposito trovo prezioso un piccolo consiglio di Ines: quando stiamo per acquistare un capo dovremmo chiederci: “Mi va di indossarlo stasera? Se la risposta è no oppure “Lo indosserò in casa o chissà forse magari a una festa…” non è proprio il caso di acquistarlo!

Proprio come faccio io quando aiuto i miei clienti nel fare space clearing e a decidere cosa tenere o cosa eliminare: chiediti da quanto tempo non indossi quel capo? Da quanto sta nell’armadio? Perchè non lo metti?

Altro consiglio utile per  lo shopping è quello di dividere in due il proprio budget: da una parte i basici di qualità, dall’altra i colpi di fulmine che danno al guardaroba un tocco di allegria (una cintura, una sciarpa, dei bijoux). Ricorda: lo scopo non è la quantità perché la giornata comincia meglio quando si apre un armadio con dentro poche cose, ma bene organizzate. Come sono d’accordo 😉 aggiungo che quando si vede tutto è molto più facile fare nuovi abbinamenti e questo dà grandi soddisfazioni ☺

E non dimenticare che l’abbigliamento a cipolla (strati su strati) in questa stagione resta il MUST da tenere sempre a mente!

Cover Photo by Priscilla Du Preez on Unsplash