Con l’arrivo dei primi freddi anche tu avrai l’esigenza di avere a portata di mano capi più caldi, quelli cosiddetti della mezza stagione, spesso, però ancora da alternare a quelli leggeri, per le giornate che magari iniziano freddine ma poi verso il mezzogiorno si riscaldano.
Io sono una fan degli outfit a cipolla, strato su strato, per non avere nè freddo, nè sudare come un pinguino all’Equatore!

Quindi come fare per avere tutto in ordine e a portata di mano senza impazzire? Forse i capi più pesanti sono in garage o in soffitta tutti impacchettati e imbustati, sarebbe ora di tirarli fuori e gestire quindi tutto il necessario. Lo spazio , però, è sempre quello.

Missione impossibile? No, se adotti il mio magico armadio “tuttelestagioni”!
Cosa significa? Che il cambio non si fa più! E in questo modo potresti avere dei vantaggi non da poco perché:

  • Hai tutti i tuoi capi d’abbigliamento a vista e a portata di mano.
  • Risparmi denaro perché eviti acquisti sbagliati o di doppioni.
  • Risparmi tempo sia nel quotidiano che sul lungo termine.
  • In un attimo vedi gli abbinamenti possibili dei tuoi capi secondo il clima del momento, quindi meno stress e più serenità nell’iniziare le giornate.

Non male eh? Puoi provare a sperimentarlo anche tu, tenendo presente che le variabili su cui devi lavorare sono due:

  • Lo spazio: è una risorsa preziosa che spesso però non è adeguatamente compresa, infatti non sempre ci ricordiamo di valutarne gli aspetti complessivi. Quello che appare nel modo più evidente è la parte fisica (estetica, metratura) ma comprende anche costi come il riscaldamento, il raffrescamento, il mutuo o l’affitto che paghiamo oltre che il tempo che investiamo per pulire.
  • La quantità di capi da gestire: i vestiti, gli accessori, le scarpe ma anche l’attrezzatura sportiva e tutto quel che serve per le tue passioni, l’occorrente per andare al mare o in montagna d’inverno o d’estate. 

Puoi migliorare la situazione di entrambe le variabili e per poter avere tutte le stagioni dentro al tuo armadio i passaggi sono 4: 

  1. Prendi in esame tutti i tuoi capi e scegli cosa vuoi tenere e cosa puoi eliminare dal tuo guardaroba. Puoi spostare ciò che non c’entra con l’abbigliamento, puoi regalare o dare in beneficienza gli indumenti che non hai mai messo o che non indossi da molto tempo, quelli che non ti stanno più bene o che non ti piacciono più. Puoi buttare quel che è rotto e non più utilizzabile. 
  2. Focalizzati solo su i capi che hai deciso di tenere: devi innanzitutto valutare la quantità. Ragiona, quindi, sul tipo di capi, la stagione e l’utilizzo. Ora considera lo spazio che hai a disposizione: sfrutta le superfici verticali con dei ganci, utilizza le grucce sottili di vellutino per i capi leggeri e scivolosi, piega sciarpe, maglie, felpe arrotolandole oppure a pacchetto. Se ci fai caso alla fine i capi che metti in ogni stagione sono più o meno sempre gli stessi, molti stanno lì ma non utilizzati. Questi sono da eliminare oppure da spostare in appositi spazi (es: abiti da cerimonia, oppure abiti da sport stagionali, abiti da occasioni specifiche).
  3. Metti insieme le cose simili nell’armadio, diviso in base alle stagioni. Se non hai quattro ante quante sono le stagioni, dividilo in tre parti e avrai l’armadio a tre stagioni: inverno, estate e mezza stagione che comprende la primavera, l’autunno e quel che si indossa tutto l’anno. 
  4. Per tenere le cose divise per categoria, mantenere l’ordine e proteggere capi e accessori usa dei contenitori come le scatole e cestini. Ti aiuta anche a trovare quel che cerchi subito e a riordinare tutto velocemente.

Armadio a tre stagioniEt voilà ecco l’armadio con tutte le stagioni dentro: come il mio che vedi in foto (a sinistra l’inverno, in centro la mezza stagione e a destra l’estate), in questo modo il cambio di stagione consiste solo nel proteggere quel che per qualche mese non utilizzerai: lavandolo, piegandolo bene, riponendolo in buste o scatole e usando un antitarme, e viceversa togliere dalle buste o scatole i capi della stagione in arrivo. Io in questi giorni ci ho messo 35 minuti a fare l’operazione, escluso il lavaggio dei capi, ma compresa la pulizia dei ripiani. 

Puoi provare da sol* a riorganizzare il tuo armadio oppure contattami e ti farò la mia proposta personalizzata secondo le tue esigenze.

Photo Covert by Artem Beliaikin on Unsplash