Per la prima volta quest’anno ho seguito il consiglio di Gioia Gottini, bravissima “coltivatrice di successi” i cui spunti seguo da anni per portare avanti la mia impegnativa attività da Professional Organizer free lance: mi sono decisa a  scegliere una parola che mi sia di ispirazione e motivazione per il 2019

Gioia Gottini consiglia di averla sempre a mente e vicina al cuore perché dovrà accompagnare per tutto l’anno, servirà come guida nei momenti in cui fare delle scelte decisive e come conforto nei momenti giù. La parola che ho scelto è CORAGGIO!

Perché? Ci sono più motivazioni:

  • Perché quest’anno voglio crescere professionalmente e come persona: mi sono data obiettivi importanti, mi sto mettendo in gioco con nuove attività e nuovi corsi, ho deciso di raggiungere grandi traguardi. Ci vuole tanto coraggio perché la paura e le insicurezze potrebbero prendere il sopravvento.
  • Perché il coraggio è del tutto personale, ci vuole coraggio per qualsiasi scelta si faccia. La mia dimostrazione di coraggio potrebbe essere l’opposto di quella di un’altra persona. Quel che è importante è sfidarsi e superare i propri limiti.
  • Perché una persona mi ha detto che ero coraggiosa proprio in un momento buio della mia vita, in cui stavo lottando con tutta me stessa: sentirmi dire che ero coraggiosa ha fatto vibrare qualcosa dentro di me, mi ha dato una grande forza e uno slancio positivo per rialzarmi e andare avanti. Da allora anche a me  piace incoraggiare le persone in difficoltà e sostenerle a tirar fuori il coraggio e la grinta.

Per avere sempre con me questa parola guida ho pensato di “oggettivarla”, attraverso una pietra dura, il granato, che simboleggia il coraggio, dona fiducia in sé stessi, aiuta a trovare la forza di volontà e la gioia di vivere, aiuta a vedere gli ostacoli come sfide fondamentali per la crescita e la felicità.
Nella leggenda il granato è considerata la pietra degli eroi,  di coloro che erano in grado di sopportare dure prove per dimostrare il loro coraggio. Il granato, infatti, ha un aspetto insignificante quando è grezzo, ma diventa luminoso e splendente se lavorato e lucidato: rappresenta una metafora della trasformazione e della crescita della persona.

Oltre a trovare la mia parola dell’anno ho deciso anche di individuare la mia VISION del 2019: l’ho fatto usando le immagini e ho creato una board su Pinterest, dove ho immaginato il mio nuovo anno con i miei desideri, i miei pensieri e quel che mi piace. Non so come andrà, ti farò sapere ma sono certa che sarà un successo!