“Organizzare è semplificare”: questo è il secondo punto del manifesto presentato di Apoi (Associazione Professional Organizer Italia..ma ormai dovresti saperlo, no?) ed è di questo che parleremo oggi.

Hai mai sentito parlare del paradosso della scelta? Secondo Barry Schwartz, lo psicologo che ha elaborato questa teoria, l’abbondanza di prodotti, informazioni, attività tra cui scegliere, anziché migliorare il benessere, sta aumentando i nostri livelli di ansia, depressione e tempo perso.

In questo periodo più che mai le persone devono gestire e elaborare tantissime informazioni e decisioni (per non parlare delle cose: tra mascherina, gel  e guanti ogni volta che si esce diventa un’impresa!). L’organizzazione è fondamentale per farlo con efficacia e senza stress.

Sento molto mio questo secondo punto,  perché semplificare la vita delle persone è la mia missione oltre che la mia specializzazione.
Se mi segui da un po’, sai che lo Space Clearing è stato l’elemento che ha svoltato la mia vita e il mio lavoro. E cos’è lo space clearing se non l’arte di fare spazio, di semplificare e ripulire?  Lo space clearing è un percorso che ci rende più consapevoli del nostro rapporto con le cose, ci aiuta a selezionare ciò che è superfluo, ci permette di eliminare il disordine e contribuisce a fare più spazio, fisico e mentale. 

In casa e in ufficio conserviamo tantissime cose, che nella maggior parte dei casi non usiamo nemmeno più, che creano un ristagno di energia negativa nell’ambiente, che riempiono le nostre giornate, il nostro lavoro e le nostre relazioni.
Dover prenderci cura di troppi oggetti, essere oberati da troppi impegni ci causa enormi costi in termini di tempo, spazio, fatica mentale e opportunità perdute.
Come fare? Elimina gli oggetti inutilizzati: fai spazio alle nuove cose in arrivo nella tua vita!

Partire dagli spazi è un modo molto pratico e immediato per lavorare sui nostri bisogni e quindi su noi stessi: scegliendo cosa tenere e cosa no, prenderai l’abitudine di valutare ciò che ti serve e ciò a cui puoi rinunciare, farai più attenzione non solo agli oggetti ma anche alle persone, agli eventi. Così diventiamo molto più consapevoli rispetto alle nostre scelte quotidiane. 

Lo space clearing può fare la differenza: è un meccanismo che porta nuova energia e grandi cambiamenti sia lavorativi che affettivi. Lo vedo succedere ogni volta con le persone con cui lavoro ed è successo anche a me, più volte. In particolare in un periodo in cui avevo bisogno di buttarmi alle spalle una situazione che mi provocava sofferenza, ho fatto space clearing con intensità e convinzione. Ti assicuro che è stato liberatorio e appena finito mi sentivo già più leggera e serena.

Vuoi provare anche tu? Puoi seguire i miei consigli qui ma, davvero, insieme diventa tutto più facile e veloce: perciò libera l’energia con me! 

Cover Photo by Liana Mikah on Unsplash