Il segreto per fare velocemente il cambio di armadio è…non doverlo fare! No, non è uno scherzo, nemmeno una provocazione: se hai letto il mio ultimo post, saprai già che il mio armadio contiene tutte le stagioni ( e nello spazio realmente necessario).

Un armadio a 3 o a 4 stagioni è un armadio che ha bisogno solo di qualche aggiustatina e non di un lavoro frustrante e noioso.

Come fare? Innanzitutto puoi sfruttare questo passaggio all’armadio “totale” per scegliere quali capi vuoi tenere e quali vuoi eliminare, così dovrai occuparti solo di quelli per cui ne vale la pena. E avrai più tempo libero e più spazio!

Oggi però… ti spiego come gestire i capi della stagione appena passata e dare loro valore nel periodo di “riposo”: 

  1. Ispeziona tutti i capi e verifica se sono da riparare, se ci sono bottoni che si stanno staccando, rammendi da fare, cerniere rotte, controlla anche se ci sono macchie difficili e odori strani. Se hai dei cani o gatti togli i peli con una spazzola.
  2. Lava, piega e  stira gli indumenti da riporre: in generale i vestiti puliti avranno molte meno probabilità di attirare parassiti come le tarme. Anche le scarpe vanno  pulite prima di essere riposte (e no, questo non lo amo neppure io!).  
  3. Dove riporre i capi? Dipende dallo spazio a disposizione: 
  • nell’armadio: metti i capi non di stagione nelle zone meno accessibili, come i ripiani più alti, cosi sfrutti lo spazio in modo più funzionale.
  •  Sotto il letto: in scatole ben chiuse, per avere tutto comunque a portata di mano. 
  • Nelle valigie: ebbene sì! Se hai poco spazio, magari non hai una zona adatta in casa, puoi utilizzare proprio le valigie come contenitori dei capi fuori stagione.
  • Cantina e garage: attenzione! Anche se di solito sono i posti maggiormente utilizzati allo scopo forse non sono i migliori, specie se umidi e chiusi. Ti consiglio di verificarne lo stato perché potrebbero danneggiare i capi.
  • Ricorda di pulire e spolverare tutte le zone di stoccaggio. 
  1. Che contenitori usare per proteggere i capi da mettere via? Dipende dalla zona in cui vengono spostati: 
  • i miei contenitori preferiti sono sacchetti di stoffa, alcuni li ho fatti fare io dalla mia sarta riciclando la vecchia tela di mia nonna. Oppure in commercio se ne trovano dei morbidi in tessuto plastificato trasparente o colorato comodi e belli da vedere.
  • Scatole di plastica con il coperchio e trasparenti per vedere cosa c’è dentro, utili in particolare se la zona di stoccaggio non è molto salubre. 
  • No alle scatole di cartone: potrebbero avere problemi di muffa.

5.Come riporre i capi fuori stagione?

  • In generale non riempire troppo i contenitori per consentire la circolazione dell’aria e di accedere più agilmente ai capi in caso di necessità. 
  • Anche per i capi estivi usa dei prodotti antitarme. Io preferisco quelli naturali come gli oli essenziali al cedro o alla lavanda o le foglie di alloro o la “Carta di Eritrea” che proteggeranno i capi dalle tarme e li manterranno profumati.
  • Etichetta sempre ogni scatola in modo da poter estrarre facilmente il contenitore corretto se hai bisogno di un articolo.

E se vuoi fare tutto più velocemente e con un metodo che ti accompagnerà per sempre: contattami e faremo il tuo piano d’attacco all’armadio!

Cover Photo by Dan Gold on Unsplash