Oggi, a grande richiesta di potenziali clienti e potenziali P.O., ti parlo della mia formazione come Professional Organizer.

Ancora una volta parto da me, dalla mia storia e dalle mie esperienze precedenti inerenti e propedeutiche.

Da sempre amo tutto quel che riguarda la casa, gli arredi i materiali e la funzionalità degli oggetti. A 19 anni ho frequentato un corso di progettazione di interni a Firenze all’ Istituto per l’arte e il restauro – Palazzo Spinelli. Dopo il corso ho cominciato la mia prima esperienza lavorativa nella piccola azienda di lavorazione marmi di famiglia dove ho impostato il mio modo di lavorare come imprenditrice e ho imparato a relazionarmi con clienti e fornitori oltre che occuparmi della parte amministrativa.

Dopo la morte di mio padre (10 anni dopo) ho cercato e trovato una nuova occupazione come customer care presso una società che si occupa di servizi. Grazie a questa esperienza in una multinazionale ho imparato a conoscere la realtà di aziende di grandi dimensioni, i vantaggi ma anche le problematiche e ho sperimentato personalmente come migliorare i processi e le attività quotidiane grazie alle mie abilità organizzative e alla mia propensione alla comunicazione.

Nel 2009, contestualmente al mio lavoro da dipendente, ho fatto un corso di 6 mesi al Polimoda, Firenze, per Personal shopper e subito dopo un corso da Wedding planner a Bologna. Nello stesso periodo avevo iniziato la mia auto-formazione come Professional Organizer leggendo libri, approfondendo on-line e soprattutto testando nella mia vita quel che studiavo a proposito di space clearing, organizzazione spazi e gestione del tempo.

I primi due libri che ho letto e che mi hanno cambiato definitivamente il modo di affrontare gli oggetti e gli impegni sono stati “Via la polvere dalla casa e dalla mente” di Karen Kingston e “Apartment Therapy” di Maxwell Gillingham-Ryan.

Quando ho scoperto il metodo GTD partendo dalla lettura di “Detto Fatto“di David Allen mi si è aperto un mondo nuovo di efficienza e efficacia, tant’è che, appena mi si è presentata l’occasione (maggio 2015), ho partecipato ad un corso di una giornata tenuto da David Allen in persona organizzato da Performance Strategies a Bologna.

Prima del 2015 in Italia non c’era una scuola per Professional Organizers, io ho partecipato e ho anche un po’ contribuito alla progettazione e ai contenuti del PRIMO corso di Organizzare Italia, con cui collaboro oltre che essere nel CDA come consigliere. Il Corso si sviluppa in 6 mesi incontrandosi un week end al mese per approfondire argomenti legati alla professione e argomenti legati alla libera professione, questi ultimi trattati da docenti esterni. Dopo il primo corso ne ho seguiti altri (come uditrice o spalla) a Roma, Milano e anche corsi brevi di 2 giorni introduttivi alla professione.

A giugno di quest’anno 2017 ho seguito il corso Beta “Educare all’organizzazione” inerente il Progetto educational di Organizzare Italia già partito nelle scuole in cui formiamo bambini, ragazzi e insegnanti.

A partire dal 2014, con l’associazione APOI, di cui sono co-fondatrice e consigliere, seguo la formazione obbligatoria e facoltativa che forniamo agli associati come da indicazioni del MISE Ministero dello Sviluppo Economico. Sono circa 8 incontri annuali di un’ora e trenta ciascuno e per alcuni webinar ho erogato io stessa la formazione agli altri associati.

Ma la formazione, giustamente, continua! Oggi seguo i corsi di aggiornamento di Organizzare Italia, quelli dell’Associazione APOI, continuo instancabile a leggere libri e articoli, seguo altri P.O., partecipo ad eventi sull’argomento, a mia volta faccio divulgazione e formazione ad eventi e convegni.

E soprattutto, al di là di studio e corsi, ciò che mi sta più a cuore e su cui mi impegno nel mio lavoro, oltre che nella vita privata, è la capacità di comunicare e quella di ascoltare per comprendere realmente e profondamente il mio interlocutore dal suo punto di vista!